Projets

Nel progetto „Allevamento di vitelli in aziende biologiche“ vengono sensibilizzate 100 aziende biologiche sul tema dell’allevamento. Esse apprendono, attraverso ad un’assistenza dell’effettivo, i loro punti di forza e dove ci sia del potenziale di miglioramento. Le liste di controllo vengono testate nella pratica e possono essere adattate in seguito ai riscontri. Si creano e si utilizzano delle sinergie per offerte di consulenza (soprattutto Provieh). Inoltre, per i partner di progetto Bio Suisse e FiBL avviene una valutazione rappresentativa sull’allevamento in aziende biologiche e dei diversi tipi di aziende (bestiame da latte, allevamento di vacche nutrici, ingrasso al pascolo e di vitelli).

Il progetto vitelli del SSV è stato concepito nel 2019 e messo in pratica nelle aziende nel 2020. Al momento, sono in corso le valutazioni dei dati. Un allevamento ottimale di vitelli da ingrasso, dalla costituzione robusta e resistente, nell’azienda di nascita, è un requisito essenziale, affinché i vitelli possano superare lo stress legato allo stallaggio nell’azienda di ingrasso. Sono sempre più i protagonisti nel settore a cogliere i vantaggi di questi vitelli in salute che, grazie ad una costituzione più robusta, approfittano di un inizio migliore nelle aziende di ingrasso. La programmazione metabolica ha anche una sua particolare importanza per la salute e prestazione dei futuri animali riproduttori.

Gli attuali risultati della ricerca indicano come elementi centrali di un allevamento ottimale, nelle prime quattro settimane di vita (il cosiddetto „Preconditioning“), un buon rifornimento di colostro, la somministrazione di ferro, l’abbeveraggio intensivo e la vaccinazione contro agenti patogeni dell’influenza dei vitelli.

  • I risultati dello studio servono per
  • generare affermazioni quantitative sul valore aggiunto medio dei vitelli del SSV,
  • consentire un’analisi dei punti deboli del processo di produzione dei vitelli del SSV,
  • individuare, in chiusura dello studio pilota, i requisiti per una produzione pratica, efficace e capillare in Svizzera dei vitelli del SSV,
  • avviare una modifica dell’attuale catena di produzione di vitelli da ingrasso e d’allevamento verso un miglioramento del benessere e della salute dell’animale e di conseguenza per ridurre in Svizzera l’impiego di antibiotici nell’allevamento degli animali da produzione.

Progetti propri realizzati fino ad oggi, (Colorispotop, ImproCalf), destinati allo sviluppo del pacchetto di misure a favore di vitelli in salute, hanno confermato l’effetto positivo di una strategia specifica nell’allevamento su parametri legati alla salute e prestazione. La valutazione del programma di salute „Vitelli del SSV“ consente ora di verificare l’effettività del pacchetto di misure definito in vista dell’introduzione a livello svizzero, se necessario nell’ambito della AP22+.